Cronaca della Campagna del Vecchio Continente: anno della Pecora


Anno 1558 della Pecora; anno 1036 dall'avvento del serpente e fondazione di Setheia; Anno 251 dall'avvento del Grifone a Eliendall

VC7
Muurmenia

Derera

mercante occidentale, assistente del capo gilda e segretamente devoto credente di Mitra.

Zuhita

mercante kaideita, tramite delle gilde locali con le gilde straniere e segretamente devoto credente di Mitra.

Sajit

guardia cittadina e segretamente ex nero incantatore e devoto credente di Mitra.

Quer

mendicante, spia arelita in incognito e devoto credente di Mitra.

Raaiki

proprietario e oste della taverna Oca Mangiona, segretamente sacerdote mitra e veste bianca.

Rosretto

nano balbuziente servo di Raaki

Giakal

difensore del tempio di Ghea a Muurmeia

7 Lunghi Giorni

I PG discutono in taverna di mattina presto sul da farsi per la cerimonia serale settimanale al tempio segreto di Mitra sotto di loro, manca Sajit che sta finendo il suo turno di guardia dalle 8 di sera alle 8 di mattina, le discussioni si protraggono a lungo e tutte su come migliorare gli arrivi e le partenze segrete dei 50 devoti di Mitra che regolarmente vengono alla funzione, per intanto si fanno trovare per la sera in case sicure vicino al tempio e poi a notte arrivato il coprifuoco della mezzanotte si ritrovano alla taverna per scendere nel tempio.

Arrivano un paio d'ore prima di mezzogiorno i 4 aiutanti camerieri di Raaki, anche loro devoti di Mitra, iniziano a preparare per il pranzo.

Sul mezzogiorno la taverna si riempie quasi completamente per il suo centinaio di posti a sedere, passata l'ora di pranzo i clienti iniziano a scemare e Quer, che siete fuori dall'entrata della taverna chiedendo l'elemosina, entra fingendo di essere ubriaco e avverte così che ci sono problemi in strada. Zuhita va alla grande vetrata che dà sulla strada e vede sei guardie del tempio di Set arrivare in fretta verso la taverna. Entrano prepotentemente e intimano a tutti di stare seduti e zitti, dopo pochi minuti entra un sacerdote di Set e si mette a fare un incantesimo piuttosto lungo. Poi indica un tavolo con tre giovani e dice "è lui!". I tre giovani si alzano e cercano di scappare due buttandosi verso le guardie uno verso la vetrata, Derera fa lo sgambetto al malcapitato che viene raggiunto da una guardia e decapitato la terra dove si trovava, gli altri vengono catturati. Il sacerdote di Set si avvicina a Derera e la ringrazia per la suo aiuto nel catturare dei seguaci di false e malvagie divinità e dona a lei una scimitarra d'oro un po' strana con il simbolo di Set invece della scimitarra classica.

Il sacerdote e le guardie se ne vanno lasciando il morto sul pavimento, Raaki e Quer lo trasportano avvolto in sacchi alla fossa comune più vicina.

Finito il pranzo e andati via tutti gli avventori Derera essendo in ritardo per un appuntamento se ne va anche lei. I restanti PG trovano una sacca appartenente ai giovani catturati e la perquisiscono, trovano degli scritti in aarelita che leggendo si rivelano essere una lettera scritta da qualcuno di Muurmenia che chiede aiuto per i devoti di Gheah, chiamata Ehruana dallo scrittore la lettera, stanno per essere scoperti e sterminati. Trovano anche un medaglione di Gheah senza il cordone e 4 chiavi che ragionandoci per bene pensano possano aprire un forziere a una cassaforte a chiavi progressive, poi ad Zuhita viene in mente che i tre giovani potevano avere i capelli tinti di scuro e le facce scurite con del trucco, qui discutono per un po' su come fare a raggiungerli e chiedergli spiegazioni e porgere un eventuale aiuto, Zuhita dice che forse conosce qualcuno di fidato al tempio di Set.

8 lunghi giorni

Saijt va alla locanda di Raaiki e apprende che sono stati arrestati in Locanda tre seguaci di Ghea. Sono stati arrestati dalle guardie del tempio di Set, con un mago che usava un cordoncino per individuarli. Saijt fa ulteriori indagini e scopre che è stato trovato un tempio di Ghea poco prima e che probabilmente i tre arrestati sono venute alla locanda per chiedere aiuto al culto di mitra.

9 lunghi giorni

I PG Scoprono che i tre sono detenuti nel pozzo, una prigione profonda nella sede delle guardie di Set. Pianificano così una incursione.

10 lunghi giorni

I PG entrano da uno scolo nell'edificio delle guardie di Set, lo esaminano al buio ma incorrono in una trappola e Raaiki resta ferito. Dopodiché trovano l'entrata per il pozzo, riescono a convincere la guardia a farsi consegnare i due prigionieri e li portano fuori. Ma la guardia scopre di essere stata ingannata, avendo trovato la porta della prigione forzata. I progionieri vengono portati al tempio di Mitra e sono due imeliti: Sutyffa sacerdote Ghea e Miell sacerdotessa di Ghea apparentemente muta, arrivati in città appositamente per aiutare il culto di Ghea. I PG incaricano Quer di buttare l'amuleto in mare per evitare di essere nuovamente rintracciati.

11 lunghi giorni

I sacerdoti di Ghea informano che il culto di Set ha scoperto il loro tempio e fatto un'irruzione. Il Gran Sacerdote di Muurmeia ha usato l'amuleto per nascondere parecchi fedeli negli alberi della città, mentre altri sono stati catturati. Il medesimo amuleto è in grado di individuare gli alberi e liberare nuovamente gli adepti. Quer recupera l'amuleto. I PG con Sutyffa e Miell stanno parlando in cortile quando passa una guardia cittadina. I sacerdoti comandano l'albero di afferrarla e Quer la uccide. Il cadavere viene nascosto nell'albero stesso.

12 lunghi giorni

La guardia nel quartiere viene raddoppiata data la sparizione di una guardia notturna.

14 lunghi giorni

Di notte i PG vanno alla ricerca di altri alberi assieme ai sacerdoti che reggono l'amuleto. Vengono fermati da una guardia ma opportunamente distratti da Sajit e Zuhita. I PG recuperano 10 adepti che vanno tramite cunicoli sotterranei al tempio di Mitra.

15 lunghi giorni

Gli adepti di Ghea fanno una cerimonia all'albero grazie alla protezione illusoria di Sajit durante la quale creano dei cibi altamente nutritivi per i numerosi adepti.

18 lunghi giorni 1558

Di notte i PG con i due sacerdoti di Gheah vanno in un quartiere vicino a fare una cerimonia per individuare gli alberi che però crea migliaia di lucciole e attira così l'attenzione delle guardie. Il quartiere è circondato. I PG uccidono due guardie. Derera abbandona il posto senza dir nulla a nessuno, Sajit e Quer scappano sui tetti vestiti da guardia, ma scoprono ben presto che Quer non può passare come guardia e il cordone attorno alla zona è molto fitto quindi Quer decide di restare nascosto fino al giorno su un tetto.
Raaiki e Rosretto scappano invisibii ma Raaki viene catturato da una guardia di Set (scopre così che le loro maschere vedono il magico), trasportato via dalla guardia di Set e da due guardie comuni. Rosretto attacca e sconfigge tutte e tre le guardie ma sviene.
Intanto Sajit, capendo che anche lui non può uscire dalla zona senza un permesso, fa finta di essere arrivato da poco per dare aiuto e torna indietro per vedere se le guardie hanno scoperto il luogo da loro abbandonato e le guardie morte, trova dei suoi colleghi che gli raccontano che un sospetto è stato catturato e sta per essere portato in cella. Decide allora cerca di raggiungere la più vicina caserma di guardia dove pensa stanno conducendo il catturato. Arriva provvidenzialmente dove è avvenuto lo scontro, usando le sue illusioni per mascherare la cosa ai cittadini che hanno iniziato a guardare dalla finestra dopo tutto il baccano dello scontro, trascina tutti in un cortile di un vicolo laterale, poi penetra nell'edificio collegato dove trova al piano superiore tanti letti con dentro giovani addormentati. Scoprirà poi che si tratta di una scuola di musica. I cadaveri delle tre guardie vengono nascosti nella cantina assieme ai PG feriti. Sajit non riesce a svegliare Raaiki e Rosretto perché troppo feriti e decide di andare a chiamare Quer nascosto su un tetto in attesa che la situazione si calmi. Lo porta alla scuola dove lui riesce a svegliare Raaiki che curerà se stesso e Rosretto. I PG si appropriano della maschera da guardia di Set poi scappano dalla scuola musicale che stranamente va a fuoco subito dopo la loro uscita, arrivano a fatica alla locanda da un cunicolo segreto direttamente al tempio di Mitra dove trovano i sacerdoti di Ghea assieme altri 10 loro fedeli liberati dagli alberi.

19 lunghi giorni

Reaaki e Rosretto gravemente feriti riposano per due giorni nascosti nel tempio per non tradire con eventuali curiosi le gravi ferite da taglio. Gli altri tornano alla loro vita normale. In locanda si susseguono le visite di strani messi con cappelli a due punte e con divise coi colori della città, blu e rosso, domandanti del proprietario, si scoprirà che sono messi comunali.

20 lunghi giorni

Il secondo giorno arriva nientepopodimeno che un capitano delle guardie di Set accompagnato da 4 guardie che chiedono a Derera di seguirli, questa acconsente. Intanto al tavolo con la mercante straniera vi erano Zuhita e Erina Belkor, una donna molto agitata che cercava il gran sacerdote. La donna, poi ricevuta da Reaaki che la riconosce come fedele, confida che è ricattata da un conoscente Kihreb Elohin che ha forse scoperto la sua fede illegale in Mitra. La donna fermata da Sajit prima di uscire dalla Locanda viene imbeccata sul andare subito a parlare con il ricattatore per digli che esaudirà tutte le richieste di denaro che le verranno fatte. Unica cosa che le viene suggerito è di stare al di fuori della casa del ricattatore e quindi farlo venire alla luce del giorno in modo che tutti possano vederlo e che non posso fare niente alla donna. Quando la donna se ne va, Sajit la segue fino a casa sua e scopre l'identità dell'uomo.

21 lunghi giorni

I PG si sentono più sicuri, nel cortile sul retro dell'Oca Mangiona i sacerdoti di Ghea a notte fanno un rituale che cura le ferite di Reaaki e di Rosretto oltre che dare sollievo all'albero affaticato. I sacerdoti di Ghea sono stremati e vengono riportati al tempio di Mitra dal suo sacerdote. Intanto strani movimenti in strada hanno preso tutta l'attenzione di Sajit, appostato nell'ombra, di Zuhita appostato ai piani alti della taverna e di Quer appostato in strada. Persone poco raccomandabili, forse malviventi, e il barbone Fihril si sono aggirati per le strade e questo attira l'attenzione delle guardie cittadine che sono intervengono inseguendoli, il tutto senza nessun problema per i PG. Comunque la cosa ha messo in allerta tutto il gruppo perché gli ultimi avvenimenti forse hanno indispettito la criminalità locale che sta cercando anch'essa i responsabili dei misfatti alla scuola di musica.

La sera stessa Sajit vedendo Rosretto completamente ritemprato gli propone di andare a risolvere il problema dei fedeli di Mitra ricattati e quindi di sollevare il sacerdote da una possibile scoperta della sua identità. I due uscendo recuperano anche il Mercante Zuhita e assieme raggiungono la casa del vicino della fedele di Mitra e una volta arrivati sul retro di questa scoprono che la porta anteriore é facilmente apribile, allora visto che il nano ci vede al buio, decidono di mandare Rosretto a cercare il delatore.

Inaspettatamente ai PG la casa si rivela un piccolo condominio a tre piani con cinque appartamenti, ognuno dei quali con il più disparato numero di stanze, da due a quattro. Rosretto prova ad entrare qui e là senza un senso preciso e ne viene fuori un pasticcio dove più persone vengono soffocate nel sonno o aggredite appena sveglie, fino a che all'ultimo piano si riesce a trovare il delatore. Intanto gli altri PG negli appartamenti già visitati dal nano, che sfondate le porte ne aveva sottomesso gli occupanti perlopiù saltando sui letti e aggredendoli nel sonno, inscienano dei furti rubando i preziosi che trovano.

29, 30 lunghi giorni

Sajit se ne va, probabilmente meditando su quello che ha fatto finora e soprattutto sulle sue ultime azioni e il significato di di essere fedele di Mitra. I PG vengono a sapere da Derera che l'ispettore Imperiale li tiene sotto controllo e voleva che lei sì infiltrarsse nel gruppo, ma lei gli risponde che é già all'interno del gruppo ma non ha mai notato niente di strano.

1-16 venti caldi

I PG per muoversi decidono di aspettare un mese e in questo tempo organizzano dei Templi secondari, nascosti sotto esercizi commerciali e affidati alle cure di Fedeli che si improvvisano nei nuovi lavori aiutati finanziariamente dai due PG mercanti, in modo da distogliere l'attenzione dalla taverna e continuare però ad assistere i fedeli di mitra. Anche perché si accorgono che in taverna si aggirano strane persone con orecchini uguali che presumono essere ninnoli magici per l'ascolto a distanza e qui si rafforza l'idea di aspettare non più un mese ma ben due mesi anche se é un tempo che sembra lungo la situazione lo impone. Gli esercizi di copertura sono una scuola di canto, un ufficio di portalettere e un magazzino. A gestirli e sorvegliarli dei fedeli appunto purtroppo inesperti a cui vengono fatte dare delle lezioni da professionisti già esperti per riuscire meglio nei loro nuovi lavori.

20 venti caldi

Ricominciano le celebrazioni settimanali di Mitra, questa volta però divise nelle di 3 nuovi luoghi di culto e i fedeli suddivisi in sei gruppi distinti quindi due funzioni settimanali per l'uomo tra loro i gruppi non sono a conoscenza degli orari e degli altri luoghi di culto.

28 sole rovente

Alla fine dei due mesi Zuhita va a girare la chiave sulla spiaggia a un paio d'ore dalla città, ci va da solo portandosi però le due guardie del magazzino perché dopo ampia discussione dove il Mercante voleva che tutti i PG andassero a girare quella chiave si è deciso che andasse da solo, anche se sul posto trova dei presunti contrabbandieri che lo scoprono riesce nell'impresa e si crea un ramo al posto della serratura e della chiave sulla quercia. Si ritrova anche sorvegliato da una guardia cittadina e si scopre che dopo ben due mesi l'ispettore tiene ancora d'occhio i PG! Hanno fatto bene a decidere di non andare tutti assieme a girare la chiave!

29 sole rovente

Quer va a girare la chiave al giardino e anche lì si è formato un rametto dove c'era la serratura e la chiave sul tronco dell'albero, non sembra essere stato seguito.

30 sole rovente

Intanto i sacerdoti di Ghea si ricordano che la terza chiave potrebbe trovarsi in mare su un promontorio sottomarino a poco dalla costa quasi a pelo dell'acqua. I PG però dicono che è troppo pericoloso visto che li sorvegliano ancora e per quest'ultima chiave i seguaci della dea dovranno arrangiarsi, solo passato qualche mese se le acque si saranno calmate i PG dicono che potranno aiutarli ancora ma non possono mettere in pericolo i 100 fedeli di mitra che stanno proteggendo! i sacerdoti di Gaia capiscono e accettano di far soli. Intanto Reaaki ha sbiancato magicamente la pelle nera dei due sacerdoti in modo da passare più inosservati in città.

1 notti fresche

Ormai l'estate è passata e non è stata torrida come al solito, non si è sentita la spossatezza del caldo asfissiante degli anni passati. I PG decidono di attendere qualche mese prima di intraprendere qualsiasi azione fuori dalla consuetudine. Però capita il fabbro, quello con la moglie che veniva ricattata dal ragazzo perché sospettava qualcosa, e dice che moglie e figli sono spariti, ma non ha subito nessuna richiesta di riscatto o minaccia. I PG ponderando la cosa e capiscono che se moglie e figli sono stati presi dalle guardie di Set sono spacciati sia i malcapitati che loro e tutti i fedeli di Mitra, quindi nel dubbio non si può far nulla di sensato, se invece sono scappati di casa per paura non possono farci niente. Pertanto decidono di non andare a parlare con il ragazzo già coinvolto con la donna per non destare altri sospetti. I PG perseverano nella decisione di aspettare 2-3 mesi prima di fare qualsiasi cosa fuori dall'ordinario.

 

Quer viene rapito dall'oste del Leone Ubriaco che lascia a intendere avere pesanti protezioni e chiede un riscatto di 2000 monete e la promessa di sospendere gli affari loschi che attirano attenzioni.

I sacerdoti di Gheah arrivano con un enorme seme che hanno trovato in una secca nel mare, dove andava messa la terza chiave. Deducono che il gran sacerdote sia morto. Questo seme fa crescere un rampicante attorno ad un'altra pianta e la trasforma in una porta per viaggi a distanza.

I PG seminano il seme nell'albero sul retro e, con una piccola cerimonia, cresce una pianta. Lo spirito di Firhil minaccia l'arrivo di un Flagellatore.

Sutyffa assieme ad alcuni fedeli appena liberati si fa soprendere in un vicolo dalle guardie. I PG attaccano una guardia di Set che viene finita da Sutyffa in forma di pantera. Arriva Giakal, protettore del Tempio di Ghea, che si è liberato da solo. Torna Sajit dopo aver passato un mese nel deserto a meditare. Reaaki ripristina il piede a Quer.

2 GIORNI DOPO

Sajit riferisce di tre mendicanti torturati, curati e ritorturati e uccisi in altri quartieri. Quer ottiene l'informazione che si trattava di mendicanti di locanda come lui. Lo spirito di Firmil gli rivela che il Flagellatore è venuto per vendicarlo.

1 GIORNO DOPO

Sajit riferisce di altri 4 mendicanti torturati e uccisi, di cui due nel quartiere. Nessuno ha sentito né visto nulla, i cadaveri sono stati trovati al mattino. Uno strano personaggio contatta Quer per cercare Sajit e prende alloggio all'Oca Mangiona. Il personaggio si rivela essere Mildas Eon, che da anni dà la caccia al Flagellatore.

 

 

top

Giovanni GURPS Home