Caccia alla volpe

Avventura rocambolesca per i 4 moschettieri.

Indice

Antefatto

Scena 1: Al Leon d'Oro

Scena 2: Hotel Treville

Scena 3: Festa in maschera

Scena 4: Inseguimento

Scena 5: Caccia alla volpe

Scena 6: Gli Inglesi

Scena 7: La Locanda della Posta

Scena 8: La Trappola

Scena 9: Boulogne

Scena 10: Epilogo

Personaggio: D'Artagnan

Personaggio: Athos

Personaggio: Porthos

Personaggio: Aramis

Antefatto

I famosi 4 moschettieri, il guascone D'Artagnan, il nobile Athos, il serafico Aramis e l'estroverso Porthos sono chiamati a risolvere una ingarbugliata questione di amore e di politica, che vede coinvolti nientemeno che la Regina, il Duca di Buckingham, ed un misterioso sicario di Rochenfort. E tutto questo nel bel mezzo di una movimentata festa in maschera...

Antefatto: Londra e Parigi si preparano in silenzio ad una guerra annunciata sebbene non dichiarata, ma un amore lega i due palazzi reali, e forse puo' addirittura placare gli animi... Un ambasciatore del Duca di Buckingham e' arrivato in Francia di nascosto per ricevere una lettera -compromettente- da parte della Regina. Lo scambio deve avvenire alla festa in maschera: la cameriera Julienne deve consegnare la missiva all'invitato vestito da volpe, che mostrera' come segno di riconoscimento un anello con l'insegna di Buckingam. Ma Rochenfort, che si trova a Londra, viene a sapere del piano e, desideroso di entrare in possesso della lettera, fa entrare in gioco le sue pedine. Un suo emissario, Vanloo, si incontrera' al Leon d'Oro con una misteriosa e bellissima donna -Milady- che gli consegnera' una copia contraffatta dell'anello; poi si rechera' alla festa in maschera vestito da volpe e si fara' consegnare la missiva. Infine dovra' riportarla a Boulogne, sulla Manica, a Milady stessa, la quale provvedera' a riportarla a Rochenfort, che intende usarla come merce di scambio per inguaiare il Duca e per liberare certi suoi amici che si trovano li' prigionieri. Ma non ha fatto i conti coi 4 moschettieri, e nemmeno col Cardinale, che se dovesse sapere...

Scena 1: Al Leon d'Oro

Come al solito tutto comincia nella tranquillita' di una bella bevuta al Leon d'Oro, una locanda "da intenditori" appena fuori le porte di Parigi. I quattro moschettieri, di ritorno da una breve missione di scorta ad un carico di munizioni, sperano di trascorrervi una bella serata in compagnia. Ed invece sembra che gli eventi tramino per rovinare il loro lauto banchetto. Prima di tutto Si vocifera fra gli avventori di una stupenda donna che alloggia di sopra; prova ne e' una misteriosa carrozza posteggiata di fuori. Mentre i quattro si godono la serata il lacche' di D'Artagnan entra trafelato e consegna una lettera di Treville (come avra' fatto a sapere dove sono?). La lettera recita:

Gentiluomini, vogliate avere la cortesia di raggiungermi domattina di buon ora, cosicche' possa congratularmi con voi per il felice esito della vostra missione. Treville.

Mentre i quattro confabulano sulla missiva, entra nella locanda il tipico tizio misterioso che ci tiene a celare la propria identita', dice due parole all'oste e si dirige verso le stanze di sopra. Subito un ubriaco ironizza sulla fortuna umana, visto che il tale sembra proprio intenzionato ad incontrarsi con l'affascinante donna che risiede nella locanda. Ma quando dopo pochi minuti il tizio scende ancor piu' rapidamente -evidentemente incapace di soddisfare la donna, qualcuno ridacchia- allo sberleffo si aggiunge uno scherzo di pessimo gusto: l'ubriaco sgambetta il tizio ammantato di nero, che rovina a terra. Dal suo mantello cade una scatoletta, si apre, ed un sottile anello rotola proprio in direzione dei quattro, che riconoscono l'incisione: nientemeno l'emblema di Buckingham! L'avventore misterioso sulle prime sembra intenzionato a sfoderare la propria spada, ma poi, seppur colmo di rabbia, chiede ai 4 in nome della giustizia di rendergli il suo anello, che dice essere un gioiello di famiglia e si allontana sdegnato. Comunque sia, i 4 non si faranno certo rovinare la serata e continuano a bere e gozzovigliare in nome dei bei tempi andati.

Scena 2: Hotel Treville

L'indomani mattina Treville non e' di buon umore, come sempre succede quando ci sono guai in vista. Dopo essersi brevemente congratulato per la riuscita della precedente missione -invero si trattava di una cosa senza importanza- continua cosi'.

Dovete sapere che il re, per compiacere la sua regina, ha indetto per stasera stessa una grande festa in maschera nei suoi palazzi. Gli invitati saranno numerosi, e c'e' il rischio che qualcuno approfitti della confusione per attentare alle reali loro vite. Per questo ci saranno parecchi moschettieri di guardia, ma per voi ho pensato qualosa di speciale: sarete proprio in mezzo alla festa, mascherati. Cosi' potrete osservare la situazione con lo stesso vantaggio di un eventuale malintenzionato. Dunque, avete un giorno intero per trovarvi un vestito adatto: alle sette una carrozza vi condurra' alla festa. Prendetelo come un premio, e comportatevi come il vostro lignaggio esige. Porthos...

A qusto punto i 4 dovranno dar fondo alle loro spesso esigue risorse per trovare una maschera adatta... hanno tutta la giornata!

Scena 3: Festa in maschera

Gran salone, musica e cibi raffinati, dame ammiccanti: sono questi pericoli dunque per un moschettiere di buone maniere? Ad un certo punto Porthos proprio non puo' evitare di essere condotto da una dama vestita di fiori nei giardini, e - combinazione - scorge Aramis non lontano mentre dibatte infervorato (di sicuro di teologia) con una avvenente donzella mascherata da farfalla. Ma ecco una scena strana: c'e' una cameriera che cerca senza riuscirvi di scavalcare la recinzione! Quando i due impavidi si avvicinano, la ragazza e' quasi in lagrime e punta il dito al di la' della recinzione, fra le ombre.

Sono Julienne, cameriera personale della Regina; la Volpe e' scappata! per favore prendetela, ne va dell'onore di Sua Maesta'!

Quando si riprende la ragazza spiega che la Regina le aveva affidato una missiva da consegnare ad un uomo vestito da volpe e che esibisse un segno di riconoscimento; ma ci deve essere stato un errore di persona, poiche' subito dopo un altro invitato vestito da volpe -con lo stesso segno di riconoscimento - ha reclamato la lettera. Ma a qusto punto della volpe con la lettera non c'era piu' traccia! Le e' parso di vedere qualcuno che scavalcava il muro di cinta proprio in quel punto - forse la volpe! - e si accingeva ad inseguirlo. Potranno i nostri eroi tirarsi indietro?

Scena 4: Inseguimento

I nostri si butteranno quindi a capofitto nell'inseguimento della fantomatica Volpe; ma al di la' del muro di cinta ci sono ad aspettarli 4 guardie del Cardinale... Ci sara' battaglia! Ma intanto la volpe riesce a scappare... Alla fine arriva anche Julienne, che descrive un anello che i 4 non potranno fare a meno di riconoscere. Comincia la caccia alla volpe, e piste da seguire sono tre: parlare con l'altra volpe, il vero emissario di Buckingham, che manterra' un altezzoso silenzio; oppure cercare il falsario, M. de Ramouche di Parigi, rischiando un ritardo troppo grande per essere colmato; o infine tornare immediatamente al Leon d'Oro per cercare indizi. E' il momento di agire con la massima determinazione, dunque si parte per il Leon d'Oro!

Scena 5: Caccia alla volpe

Al Leon d'Oro i 4 sapranno che il misterioso avventore non si e' piu' visto e che la donna e' partita in mattinata; con una piccola mancia allo stalliere sapranno che destinazione ha indicato al cocchiere: Boulogne. Il problema e' che ce ne sono due, una ad ovest di Parigi ed una a nord, sulla costa. E poi c'e' un altro problema: tutti i cavalli da cambio sono malati proprio da stamattina: non sara' mica stata la donna ad avvelenarli per avvantaggiarsi in una probabile fuga?

Scena 6: Gli Inglesi

Alla locanda ci sono anche quattro inglesi, che rischieranno di entrare in conflitto con i nostri per diverse ragioni: innanzitutto possiedono gli unici cavalli freschi, che non venderanno ma poranno giocare a dadi -e nessuno ama perdere. Non e' poi da escludere che si prendano gioco di quattro galantuomini -francesi- che indossano maschere! Insomma, ci sono i presupposti per un bello scambio di pareri; ma sono gentluomini e pur essendo suscettibili sanno cos'e' l'onore. Il loro programma e' di tornare a Londra imbarcandosi sulla Figlia del Vento, in partenza fra tre giorni -guarda caso- da Boulogne! E dati i tempi pare proprio che sia una delle ultime...

Scena 7: La Locanda della Posta

Sulla strada per Boulogne sulla Manica, ad un giorno esatto di cavalcata, c'e' la Locanda della Posta, tipico posto da cambio cavalli. Effettivamente una donna venuta da sola con una carrozza ha passato li' alcune ore per riposarsi. I 4, se hanno cavalcato in fretta, dovrebbero arrivarci in serata, stremati, mentre la donna e' ripartita appena dopo pranzo - dunque ha circa sei ore di vantaggio. Vanloo invece ha solo un paio d'ore di vantaggio, ma non si e' fermato ed ha cambiato altrove i cavalli. Per essere sicura di non essere seguita Milady ha lasciato un sicario che cerchera' di infiltrarsi nella stanza dei 4 per ucciderli, qualora questi assecondino la loro stanchezza e decidano di fermarsi a riposare; oppure cerchera' di avvelenare i loro cavalli.

Scena 8: La trappola

Se i 4 saranno stati veloci, recupereranno il vantaggio su Milady, che in realta' non si sente in gran pericolo, e rischieranno di raggiungerla prima di Boulogne. Si da li caso, pero', che Vanloo arrivi prima di loro dalla sua bella complice; e cosi' i due prepareranno ai moschettieri una trappola serale per avere il tempo di fuggire. I moschettieri, che ormai cavalcano da due giorni, vedranno un carro capovolto abbandonato ai lati della strada, mentre alcuni briganti stanno rapinando una anziano e ben vestito - o forse e' meglio dire travestito- viaggiatore. In realta' si tratta di sgherri di Vanloo, che ingaggeranno battaglia coi nostri eroi. Vanloo non e' qui, pero': si dirige insieme a Milady verso la nave che sta per salpare da Boulogne, prendendosi il vantaggio del ritardo provocato dalla trappola... Come minimo infatti i nostri dovranno fermarsi a medicare le loro ferite alla prossima Locanda, e magari a recuperare un po' di sonno, perdendo del tempo preziosissimo.

Scena 9: Boulogne

A Boulogne una lussuosa nave, la Figlia del Vento, si prepara a solcare la Manica; molti dicono che sara' uno degli ultimi viaggi consentiti, perche' c'e' un gran gelo fra Parigi e Londra. Comunque sia, Rochenfort non voleva rischiare e la scorta di Milady e' ben nutrita. Tra l'altro dovrebbero essere in giro anche gli inglesi del Leon d'Oro, che volevano imbarcarsi proprio su quella nave e potranno scegliere come e quando schierarsi. I 4 potranno cercare Milady e Vanloo in lungo ed in largo, ma non ci sara' niente da fare: si faranno vivi solo appena prima della partenza della "Figlia del Vento", dunque ci sara' poco tempo per agire. Peraltro il pomposo capitano della Figlia del Vento, un certo Etienne Villanque, non si lascera' per nulla impressionare dallo status del moschettieri; non fornira' nessuna informazione sui suoi viaggiatori ed anzi ha ricevuto denaro in abbondanza per tenere nascosta la misteriosa cliente. La partenza e' prevista alle prime luci dell'alba; dapprima si vedranno alcuni loschi figuri intorno e sulla nave, mischiati ai normali viaggiatori; piu' tardi arrivera' milady ben travestita e ben accompagnata. E' il momento per i nostri di agire! Ovviamente, nel momento topico entrera' in scena Vanloo stesso, accompagnato magari da qualche guardia del Cardinale; Vanloo si rivelera' un degno avversario e per niente disposto ad arrendersi. Ha gia' consegnato la lettera a Milady, dunque la sua priorita' sara' quella di fermare i moschettieri per lasciar salpare la Figlia del Vento col suo prezioso carico.

Scena 10: Epilogo

Alla fine, potrebbero accadere molte cose. I moschettieri potrebbero aver recuperato la missiva, oppure essersi imbarcati insieme a Milady di nascosto, oppure essersela lasciata scappare. Se la lettera e' partita, e' ormai fuori portata per i quattro impavidi, visto che sara' difficile prevedere se e quando partiranno altre navi; Treville non sara' troppo contento. Se invece -come e' d'uopo- i nostri ce l'hanno fatta, si troveranno per le mani una lettera di cui nessuno sa il contenuto ma che comunque sembra molto compromettente. Rochenfort ha provato ad ottenerla per i suoi scopi; ma anche Buckingham cerchera' attraverso il suo emissario di riottenerla. E -peggio di tutto- fa gola anche al Cardinale. Se Milady ne perdera' il possesso non tardera' di avvisare Sua Eminenza -sebbene si trovi in imbarazzo nello spiegargli perche' voleva consegnarla a Rochenfort; questi cerchera' con tutti i mezzi di entrarne in possesso per ricattare finalmente la Regina e dichiararla colpevole di tradimento di fronte a Luigi. Chissa' che il Cardinale non sapesse gia' ed i moschettieri non abbiano finito per far parte del suo gioco...


Personaggio: D'Artagnan

etÓ: 19

For 12, Des 13, Int 12, Cos 12, speed 6.25, move 6, dodge 6, parry 12

VANTAGGGI: Bell'aspetto +1, Sensi Acuti +2, Senso del pericolo, Alfabetismo, Fortuna, Patrono: Capitano dei Moschettieri, Status 1

SVANTAGGI: Bad Temper, Code of honor: gentleman's, Delusion (il colpo di d'artagnan funziona), dovere verso il re, nemici: guardie del cardinale, impulsivitÓ, overconfidence, senso del dovere: amici, povertÓ, stubborness

QUIRKS: vuol essere moschettiere, gli piace duellare, leale, naive, romantico

SKILLS: body language 16, armi a polvere nera 12, spada lunga 12, arrampicare 12, fast talk 11, scherma (rapier) 18, arte della scherma 15, gambling 11, cavalcare 15, savoir-faire 11, nascondersi 13, muoversi furtivamente 13, tornei di scherma 12

MANOVRE(rapier): close combat 13, corps-a-corps 18, colpo di d'artagnan 20, counterattack 15, disarming 19, schivata 3, finta 20, floor lunge 18, glide 16, hit location 18, lunge 18, retain weapon 19, risposte 18

Personaggio: Athos

etÓ: 29

For 12, Des 14, Int 13, Cos 12, speed 6.5, move 6, dodge 6, parry 11

VANTAGGI: Carisma +1, Common sense, Alfabetismo, Fortuna, Patrono: Capitano dei Moschettieri, Status 5, ricco

SVANTAGGI: Code of honor: gentleman's, dovere verso il re, intolleranza: inglesi, odious personal habit (melancholy), segreto: nobile in disgrazia, senso del dovere: amici, onestÓ

QUIRKS: sempre calmo e dignified, non ha una mistress e non si fida delle donne, gioca d'azzardo anche se spesso perde, parla poco, si fida totalmente di d'artagnan

SKILLS: body language 16, armi a polvere nera 16, spada lunga 13, falconeria 17, scherma (rapier) 17, arte della scherma 15, araldica 17, latino 14, letteratura 14, cavalcare 15, savoir-faire 20, tattica 13, tornei di scherma 12

MANOVRE(rapier): close combat 14, corps-a-corps 16, counterattack 16, disarming 18, schivata 4, finta 18, floor lunge 16, glide 16, hit location 17, lunge 17, retain weapon 18, risposte 17

Personaggio: Porthos

etÓ: 25

For 15, Des 12, Int 9, Cos 13, speed 6.25, move 6, dodge 6, parry 10

VANTAGGI: Bello +2/+4, Alfabetismo, Patrono: Capitano dei Moschettieri, Status 1

SVANTAGGI: Code of honor: gentleman's, Compulsive carousing, dovere verso il re, Odious personal habit: boasting and showoff, overconfidence, senso del dovere: amici

QUIRKS: vain, estremamente estroverso, gioviale, ama giocare d'azzardo, parla spesso alle donne

SKILLS: body language 10, black powder weapons 16, carousing 15, fencing 15, riding 15, sex appeal 18, tournment laws 9

MANOVRE: close combat 12, corps-a-corps 17, counterattack 11, disarming 16, schivata 3, finta 16, floor lunge 12, glide 15, hit location 12, lunge 15, retain weapon 16, risposte 15

Personaggio: Aramis

etÓ: 24

For 11, Des 12, Int 14, Cos 11, speed 5.75, move 5, dodge 5, parry 11

VANTAGGI: bello +2/+4, alfabetismo, patrono, status 2

SVANTAGGI: codice d'onore, dovere verso il re, lecherousness, senso del dovere: amici, onestÓ

QUIRKS: vuol essere prete, mente sulle sue amanti (ma non troppo bene), ama scrivere poesie, finge di parlare di teologia quando va dalle sue amanti

SKILLS: body language 15, black powder weapons 13, diplomazia 12, scherma 17, arte dela scherma 17, latino 13, poesia 16, cavalcare 14, savoir faire 14, teologia 15, leggi torneo 14, scrivere 13

MANOVRE: close combat 13, corps-a-corps 18, counterattack 17, disarming 18, schivata 4, finta 19, floor lunge 14, glide 16, hit location 17, lunge 17, retain weapon 18, risposte 17


top

Giovanni GURPS Home